Come fare per...


Presentazione di denunce e querele ed esposti
Cos’èLa denuncia è l’atto facoltativo con il quale chiunque abbia notizia di un reato perseguibile d'ufficio ne informa il Pubblico Ministero o un ufficiale di polizia giudiziaria. Diventa obbligatorio in alcuni casi espressamente previsti dalla legge:
  • se si viene a conoscenza di un reato contro lo Stato;
  • se ci si accorge di aver ricevuto in buona fede denaro falso;
  • se si riceve denaro sospetto o si acquistano oggetti di dubbia origine;
  • se si viene a conoscenza di depositi di materie esplodenti o si rinvenga qualsiasi esplosivo;
  • se si subisce un furto o smarrisce un'arma, parte di essa o un esplosivo;
  • nel caso in cui rappresentanti sportivi abbiano avuto notizia di imbrogli nelle competizioni sportive.
La querela è la dichiarazione con la quale la persona che ha subito un reato (o il suo legale rappresentante) esprime la volontà che si proceda per punire il colpevole. Riguarda i reati non perseguibili d'ufficio.

È possibile ritirare la querela precedentemente proposta (remissione) tranne nel caso di violenza sessuale o atti sessuali con minorenni. Affinché la querela sia archiviata, è necessario che la remissione sia accettata dal querelato che, se innocente, potrebbe avere invece interesse a dimostrare attraverso il processo la sua completa estraneità al reato.

L’esposto è la segnalazione che il cittadino fa all’Autorità giudiziaria per sottoporre alla sua attenzione fatti di cui ha notizia affinché valuti se ricorre un’ipotesi di reato.

Chi può presentarloChiunque ne abbia interesse.
Come si presentaDenunce, querele ed esposti devono essere presentati personalmente dal sottoscrittore con allegata fotocopia del documento di identità. La sottoscrizione va effettuata alla presenza del cancelliere.

Nel caso di presentazione da parte di persona diversa dal sottoscrittore deve essere allegata procura speciale con firma autenticata. Se il depositante è il difensore del denunziante-querelante, deve essere allegata nomina a difensore di fiducia e procura speciale autenticata dal difensore stesso.

NB. Allo stato attuale, le denunce, querele ed esposti diretti alla Procura non possono essere ritenute ricevibili se trasmesse via e-mail, non garantendo tale strumento di comunicazione la piena, immediata e certa identificazione della fonte di provenienza.

La denuncia può essere presentata in forma orale o scritta e deve contenere l'esposizione dei fatti. Quando la denuncia è facoltativa non è previsto alcun termine per la sua presentazione, mentre nei casi di denuncia obbligatoria apposite disposizioni stabiliscono il termine entro il quale essa deve essere fatta.

Non ci sono particolari regole per il contenuto dell'atto di querela, ma è necessario che, oltre ad essere descritto il fatto-reato, risulti chiara la volontà del querelante che si proceda in ordine al fatto e se ne punisca il colpevole.

La querela deve essere presentata entro 3 mesi dal giorno in cui si ha notizia del fatto che costituisce il reato (6 mesi per reati contro la libertà sessuale).

Dove si presenta
  • Commissariati della Polizia di Stato
  • Stazioni Carabinieri
  • Comandi della Guardia di Finanza
  • Comandi della Polizia Municipale
  • Ufficiale di Polizia Giudiziaria di turno presso la Procura della Repubblica
  • Front Office della Procura della Repubblica
CostiEsente