Come fare per...


Permesso di colloquio con persona detenuta
Cos’èÈ l’autorizzazione per accedere al carcere e avere la possibilità di un colloquio con una persona in stato di detenzione.

Fino alla sentenza di primo grado i permessi di colloquio con imputati in stato di custodia cautelare vengono concessi dal Giudice che procede, in particolare:

  • dal Pubblico Ministero nella fase delle indagini preliminari;
  • dal Giudice per le indagini preliminari dopo la conclusione delle indagini e prima dell’invio degli atti al dibattimento;
  • dal Tribunale e/o dalla Corte d’Assise durante la fase dibattimentale.
Dopo la sentenza di primo grado i permessi di colloquio sono concessi dal Direttore dell’istituto penitenziario presso il quale si trova ristretto il detenuto. Il permesso di colloquio può essere:
  • permanente, quindi valido per più visite;
  • ordinario, quindi valido per una sola visita;
  • straordinario, quindi valido per una sola visita ma senza incidenza sul monte ore delle visite del detenuto.
I parenti e affini fino al secondo grado e/o persone conviventi (stato di convivenza documentato o autocertificato) possono ottenere, salvo specifiche esigenze cautelari valutate dall’A.G., permessi permanenti; tutti gli altri devono richiedere al Giudice singoli permessi di colloquio motivando la richiesta di volta in volta.

La cadenza dei colloqui (mensile, settimanale, giornaliero) e le modalità (orari, prescrizioni) dipendono dalla normativa applicata dagli istituti penitenziari, ai quali occorre rivolgersi per ottenere le relative informazioni.

Chi può richiederloPossono richiedere il Permesso di colloquio:
  • i prossimi congiunti;
  • la persona convivente, qualora lo stato di convivenza risulti documentato;
  • altre persone, solo in casi particolari e per ragionevoli e motivate esigenze.
Come si richiedePer la richiesta di colloquio è necessario presentare:
  • la domanda di colloquio;
  • copia di un documento di identità non scaduto (se il richiedente è straniero extracomunitario, copia del permesso di soggiorno o del passaporto con visto di ingresso in corsi di validità);
  • certificato di stato di famiglia se il richiedente è un congiunto.
Dove si richiedeLa richiesta deve essere presentata presso il Front Office della Procura della Repubblica.
CostiEsente
TempiIl permesso di colloquio deve essere autorizzato dal Pubblico Ministero. Non sono previsti specifici tempi di risposta.